Chi mi disegna

La persona che mi disegna si  chiama Maria Grazia Ragusa, è nata a Verona qualche anno fa e, dopo aver studiato al Liceo Artistico di Padova, dove si è diplomata nel 1987 con un’ottima votazione, ha frequentato  l’anno integrativo e si è  iscritta  all’università di Venezia perché voleva studiare  architettura.

Dentro di sé però sentiva che non era la sua vera strada, così dopo un anno ha deciso di partire per Milano per  perfezionare la sua tecnica di disegno  ed ha frequentato il corso triennale  di Illustrazione Editoriale della Scuola del Fumetto.

Nel frattempo ha incominciato ad eseguire i primi lavori come le pitture murali, le scenografie ed i costumi per le rappresentazioni teatrali della Colonia per bambini ‘’Pio XII ’’ di Bibione.

Nel 1995 ha insegnato Storia dell’arte e della stampa e Comunicazione visiva nel corso del Fondo Sociale Europeo per Addetto alle tecniche della comunicazione visiva.

Per il Centro Italiano Femminile nazionale nel 2000 ha inventato  il personaggio di una casalinga  che è comparso su una pubblicazione del  Ministero del lavoro e della previdenza sociale, per la  tutela della salute e sui rischi del lavoro domestico.

Contemporaneamente  ha iniziato a collaborare per la Petrini Editore e per le Edizioni Erickson per le quali dal 1997 continua a produrre disegni per i loro interessanti  libri tra i quali  ci sono anche le mie straordinarie avventure.

Eh sì,  perché  nel 2003, il mio inventore Carlo Scataglini, per il quale Maria Grazia  aveva già disegnato, ha pensato a lei per darmi vita e forma. Così una sera sono nata dalla matita bizzarra di questa disegnatrice.

Da quel momento  siamo diventate  amiche  ed ora gironzolo tra le pagine dei libri  che raccontano le mie storie  come   “Lo strano mistero di Cartoonville”,  “ Magigum e il volo delle emozioni” , “Magigum e il segreto di Belacrì”,  “Magigum tra gessetti, lavagne e registri di classe” e ... aspettate perché ne vedrete delle belle!

Ma tornando a Maria Grazia: lei continua a specializzarsi seguendo tanti corsi, come quelli della Scuola estive di illustrazione di Sàrmede, con illustratori come A. Lobato e L. Wolfsgruber ; ha anche frequentato un corso di  Litografia alla Scuola internazionale di Grafica di Venezia.

Quando però non deve disegnare per qualche libro, si diverte a inventare nuovi personaggi per i suoi biglietti di auguri o per le sue creazioni artigianali ed i suoi acquerelli che porta in giro a mostre e mercatini.

Nel 2003 ha esposto i suoi lavori a Venezia ad “Aspasia”: il primo Forum Europeo sulle Pari Opportunità.

Al momento sta  illustrando altri libri delle edizioni Erickson, ne ha  già  realizzati  più di venti e credo proprio che la rincontrerò presto sui fogli  da disegno …

di Carlo Scataglini

Casella di testo: Visita anche il sito dell’autore
www.carloscataglini.it